Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Grandi opere

Passa a livello superiore
Accesso
sei in: ARPA Lombardia > Imprese > Grandi opere
Grandi opere
salta i social network collegati e vai al menu generale
La “Legge Obiettivo” (Legge 443/2001) ha avviato il percorso normativo per la realizzazione di numerose opere che sono considerate di rilevanza strategica nel settore delle infrastrutture.
 
GO.PNG

 
 
Rientrano tra le infrastrutture strategiche regionali (approvate in conformità a questa legge): le autostrade Bre.Be.Mi (Milano-Bergamo-Brescia), Pedemontana (che collega le Province di Bergamo, Lecco, Monza e Brianza, Como e Varese) e TEM (nuova tangenziale esterna milanese), le opere di adeguamento dell’A4 e di accessibilità della Valtellina, le linee ferroviarie ad Alta Velocità (TAV) lungo l’asse est-ovest (Torino-Verona) e nord-sud (Milano-Bologna).
 
Inoltre, con l’avvento di EXPO 2015, il territorio lombardo sarà interessato da un complesso e articolato processo di trasformazione urbanistica e viabilistica che prevederà ad esempio l’allestimento della Piastra EXPO, il PII (Piano Integrato di Intervento) di Cascina Merlata, il collegamento A8-SS11 Molino Dorino, la strada EXPO-Zara e la costruzione dei parcheggi remoti necessari all’accoglimento dei visitatori.
 
Durante tutte le fasi di realizzazione delle nuove infrastrutture il monitoraggio ambientale riveste particolare importanza. La verifica di eventuali impatti sull’ambiente - connessi alla costruzione e all’esercizio di ciascuna opera - avviene tramite l’applicazione di un Piano di Monitoraggio Ambientale (PMA) specifico per ognuna di esse. La predisposizione e la messa in atto del PMA sono a carico del soggetto che realizza l’opera stessa. 
 
Per sovraintendere alla gestione degli aspetti ambientali e del PMA e per garantire l’informazione alla popolazione in merito alla tutela dell’ambiente durante le fasi di cantiere e di primo esercizio sono istituiti, proprio per le opere di maggior rilevanza, gli Osservatori Ambientali (OA), a cui compete il fondamentale ruolo di “audit pubblico”.

 
 
Che cosa fa ARPA
 
Per le attività tecniche l’Osservatorio Ambientale si avvale del Supporto Tecnico (ST) fornito da ARPA Lombardia.
 
Il Supporto Tecnico (ST) consiste principalmente nelle seguenti attività:
  • verifica dell’idoneità degli indicatori ambientali per ciascuna delle matrici interessate dal monitoraggio, in funzione della normativa di riferimento; 
  • verifica della corretta esecuzione delle attività di monitoraggio, in accordo con quanto contenuto nel PMA e nel rispetto delle prescrizioni di carattere ambientale e di quanto eventualmente disposto dall’OA;
  • verifica degli esiti del monitoraggio in relazione alla modificazione dei parametri ambientali rilevati; 
  • proposta di eventuali azioni integrative in caso di criticità; 
  • ​supporto all’OA per la predisposizione, la pubblicazione e la verifica del corretto aggiornamento dei dati ambientali finalizzati alla comunicazione e all’informazione al pubblico, ai sensi del D.Lgs. 195/2005 (la pubblicazione dei dati e l’aggiornamento dei relativi strumenti di comunicazione sono a carico del concessionario).